Paolo Cognetti Tutte le mie preghiere guardano verso ovest recensione
[ Le mie letture ][ Letteratura di viaggio ][ Recensioni ]

*Recensione* Tutte le mie preghiere guardano verso Ovest – Paolo Cognetti

Quando ho visto “Tutte le mie preghiere guardano verso ovest” di Paolo Cognetti esposto nel gigantesco stand di EDT al Salone del libro 2017, mi sono chiesta come mai non abbia scoperto prima questo libro. In realtà, come ho già spiegato nell’articolo sui 5 libri da leggere sotto l’ombrellone, mi sono chiesta come mai una come me, appassionata di libri e cibo dal mondo, abbia scoperto solo ora l’intera collana AllaCarta-Food di EDT. Un grande scrittore, una bella città e il suo cibo. Cosa potrebbe venirne mai fuori? Un capolavoro, ovviamente.


Paolo Cognetti, ormai è risaputo, è uno dei migliori scrittori del panorama letterario italiano attuale. Il premio Strega recentemente vinto con “Le otto montagne” ha solo confermato quanto molti di noi lettori sapevano già. Paolo Cognetti scrive con il cuore mettendo tra le pagine dei suoi libri ogni fibra del suo essere. Emozioni, dettagli, timidezza, conoscenza… Sono queste le 4 caratteristiche fondamentali dello stile di questo scrittore che più leggo e più amo.

“Tutte le mie preghiere guardano verso ovest” non è semplicemente un libro che parla di cibo. È un libro che parla di amore, quello di un uomo per una città che lo affascina profondamente, e di multiculturalità, la qualità principale di una metropoli come New York che ha fatto dell’immigrazione il suo punto di forza.

E poi certo, c’è il cibo. Il cibo che si intreccia alla cultura. Quella dello scrittore, che si manifesta attraverso sapienti citazioni inserite sempre al momento giusto, e quella di chi vive a New York, uomini che vivono in un eterno viavai di culture diverse convergenti in un unico solo punto, all’ombra della Statua della libertà.

Paolo Cognetti New York EDT recensione

Tra storia, sentimenti e giri in bicicletta, in una New York assolutamente fuori dai circuiti turistici e dalla frenesia di Manhattan, Paolo Cognetti ci porta alla scoperta di una città incredibile in cui cibo e urbanistica si fondono alla perfezione. Un viaggio tra vecchi cimiteri, pastrami ebrei, stazioni monumentali, bistecche succulente, vecchi capanni industriali e anatre laccate, che racconta in modo inedito una città su cui è già stato detto tutto ma a cui questo libro, che si legge in poche ore, conferisce una nuova piacevole identità. Bravo Cognetti, come sempre. Voto 9.


Scheda libro:

  • Titolo: Tutte le mie preghiere guardano verso ovest
  • Autore: Paolo Cognetti
  • Genere: Libri di cucina, Letteratura di viaggio
  • Categoria: Saggistica
  • Anno di pubblicazione: 2014

Ps. Pare che Paolo Cognetti abbia scritto anche altri libri dedicati a New York di cui, però, devo ammettere che so poco. Vi lascio qui sotto i link. Io corro subito a comprarli!

Tags: , ,

Lorena Lombardi

Send a Comment

Your email address will not be published.