volare
[ Tips ]

Paura di volare? Tranquillo, non sei solo!

Quanti di voi non viaggiano per la paura di volare? Quanti amici non si godono le vacanze pensando al volo di ritorno? Quante volte vi è sembrato che l’aereo stesse cadendo e che le hostess non siano abbastanza preoccupate?

Lo ammetto, anch’io ho avuto tante volte paura di volare. Per un lungo periodo della mia vita ho vissuto con ansia l’esperienza del volo. Addirittura, la mia fantasia ha spesso raggiunto l’inverosimile come quando pensavo di essere su un volo condotto da un pilota alle prime armi e al primo volo della sua carriera (cosa praticamente impossibile dal momento che ogni pilota, a seconda della compagnia, deve aver svolto un determinato numero di ore di volo al simulatore ed altrettante di affiancamento in qualità primo ufficiale). Girovagando su internet, però, ho scoperto che non sono affatto la sola e che moltissime persone temono i viaggi in aereo. Pare che ben 1 italiano su 2, infatti, venga assalito da una fifa blu al solo pensiero del decollo.😉 Anche chi viaggia per lavoro o chi, come me, va frequentemente a spasso tra le nuvole per raggiungere nuove mete.

aereo2 aereo

C’è chi si siede accanto alle uscite di emergenza per sentirsi più sicuro, chi ogni due minuti chiede alle assistenti di volo se ci sia qualcosa che non va, chi si addormenta ancor prima di decollare per evitare di farsi assalire dal terrore e poi ci sono molti altri, la maggior parte, che reagiscono facendo finta di niente e tentando di assumere l’impassibile atteggiamento da impavido frequent flyer.

Allora come fare per combattere questa dannato senso di smarrimento? Volare senza paura è possibile. Ecco i miei rimedi:

  • RAZIONALIZZARE: L’aereo è una macchina potentissima, testata fino allo stremo e pilotata da persone addestrate per questo. Pensate che la fisica è alla base di tutto e che l’aereo difficilmente cadrà, anzi, anche senza entrambi i motori potrebbe probabilmente portarvi in salvo. Basti considerare che il tasso di mortalità dei voli aerei è pari al 0.003% di decessi per 100 milioni di passeggeri per miglia. Insomma, è più pericoloso andare in bici!
  • RILASSARSI: Ascoltare della buona musica, leggere un libro, chiacchierare. Tutto ciò che distrae e rilassa fa bene. Mettetevi a vostro agio. È fondamentale. Personalmente, prima di partire cerco di evitare il caffè e leggere giornali: le notizie catastrofiche, le foto di ogni tipo di incidente o qualsiasi notizia riguardante il maltempo aumentano le mie assurde sensazioni e i presagi di morte.
  • SCEGLIERE IL POSTO ADATTO: Generalmente il posto migliore è tra le file 5 e 12 dove si sentono meno le turbolenze. Ma dipende davvero da voi e dal tipo di paura che vi assale. Chi non ama sentire strani rumori dovrebbe evitare di sedersi dietro, chi ha bisogno di muoversi e distrarsi sarebbe meglio che scegliesse le file centrali e i posti corridoio, chi ha paura del vuoto dovrebbe evitare i sedili accanto al finestrino, chi si lascia impressionare facilmente, infine, potrebbe non amare i posti accanto alle uscite di emergenza o sulle ali che (da prassi) si muovono e flettono.

Questi ovviamente sono solo dei miei personalissimi consigli ma, se davvero la paura dell’aereo sta in qualche modo minando la qualità della vostra vita, ci sono numerosi corsi che aiutano a liberarsene. Il più famoso è quello che Alitalia organizza ogni mese nelle città di Milano e Roma avvalendosi di esperti, psicologi e piloti che aiutano i partecipanti a familiarizzare con l’aereo e i suoi equipaggi (cliccate qui se desiderate ricevere maggiori informazioni).

Ma soprattutto, quando siete sopraffatti dalla paura, pensate che non siete i soli e che probabilmente la metà delle persone presenti sull’aereo hanno il vostro stesso problema. Vi assicuro che sarà divertente scorgere le facce di chi, come voi, tenta di nascondere la paura più comune e immotivata che esista!😀

Tags: , ,

Lorena Lombardi

Send a Comment

Your email address will not be published.