Frozen
[ Itinerari d'Autore ][ Travel&Book ]

Norvegia, tutti i luoghi che hanno ispirato Frozen

Chi di voi mi conosce lo sa. Sono un’appassionata di fiabe e sono anche una fan sfegatata del mondo Disney (ne ho parlato qui). Immaginate dunque la mia felicità quando è uscito nelle sale Frozen, lungometraggio ispirato alla favola di uno dei miei scrittori preferiti: La Regina delle Nevi di Andersen. Le aspettative non sono certo state deluse. Anzi! Il film è diventato un successo mondiale e, ad oggi, è il lungometraggio animato più premiato al mondo oltre ad essere quello che ha guadagnato di più. Così oggi ho pensato di tirar fuori la Dinsey-Nerd che c’è in me e di parlarvi dei luoghi che hanno ispirato questo grande capolavoro.


Prima di cominciare, ci tengo a precisare una cosa. Il film Frozen della Disney è liberamente ispirato alla favola Regina delle Nevi di Andersen. Questo vuol dire che non racconta affatto la stessa storia. Nella fiaba originale infatti, una bambina dal cuore gentile e innocente di nome Gerda si imbatte in mille avventure per trovare il suo migliore amico Kai, rapito dalla terribile Regina delle nevi. Il cartone animato, dunque, tratta una storia completamente diversa da quella raccontata da Andersen. Sin da quando nel 1940 Walt Disney ebbe l’idea di adattare questa favola, infatti, il personaggio della malvagia regina sembrava sempre molto difficile da collegare a un film specialmente pensato per i bambini e per molto il tempo il progetto è stato accantonato (complice anche la famiglia Andersen che non aveva alcuna voglia di vendere i diritti!). La svolta è quindi avvenuta solo molti anni dopo quando i direttori Chris Buck e Jennifer Lee decisero di intraprendere un’altra strada mantenendo sì il tema centrale della storia,l’amore contrapposto alla negatività e alla paura, ma sviluppandolo attraverso il legame della sorellanza e spiegando il malessere vissuto della regina delle nevi anche nella storia originale attraverso il racconto di una delle due protagoniste. Tuttavia restano nel corso dell’opera numerosi rinvii alla fiaba originale, primo tra tutti la scelta delle ambientazioni.

Frozen si svolge infatti in un regno scandinavo fittizio che si avvicina molto a quello raccontato da Andersen. Altissime montagne innevate, principesse, troll, ghiacciai, magie, enormi case e palazzi in legno. Per immaginarselo al meglio, quindi, i creatori hanno deciso di intraprendere un viaggio di ricognizione in Norvegia dove hanno trovato scorci meravigliosi e luoghi stupendi da inserire nel loro film. Arendelle è dunque un regno d’ispirazione norvegese che racchiude in sé molti luoghi reali. Avete voglia di scoprirli? Eccoli qui…

  1. Geirangerfjord. Con le sue acque iridescenti incorniciate da scogliere frastagliate e cime innevate, il robusto fiordo Geiranger (patrimonio UNESCO) presenta una forte somiglianza con il regno di Arendelle. E non è un caso che proprio qui si insinui la Trollstigen, la scala dei troll, una strada di montagna abbastanza ripida che conta ben 11 tornanti, circondata da cascate paradisiache. Che abitassero proprio qui i simpatici amici di Kristoff? Arendelle Frozen
  2. Bergen. Un’altro luogo patrimonio mondiale dell’Unesco, un’altra ambientazione. Pare infatti che il quartiere di Bryggen, con le sue casette di legno con il tetto a punta e centro nevralgico della città di Bergen, sia stato d’ispirazione per il design della cittadina di Arendelle. Da qui inoltre è raggiungibile anche il bosco dei troll, un luogo molto simile a quello in cui Anna venne salvata da bambina. È raggiungibile attraverso la funicolare Floibanen ed è anche il luogo migliore per osservare la città dall’alto. Frozen Adendelle Bergen
  3. Balestrand, chiesa di Sant’Olav. I magnifici interni in legno della chiesa di Sant’Olav di Balestrand, nei fiordi occidentali, pare che abbiano ispirato i creatori di Frozen nel disegnare l’interno della cattedrale dove avviene l’incoronazione della principessa Elsa. La somiglianza è davvero strabiliante, non trovate? Luoghi che hanno ispirato Frozen
  4. Akershus fortress di Oslo e Stavkirke di Borgund. Discorso a parte merita l’ideazione del castello di Arendelle. Pare infatti che l’imponente in cui Anna ed Elsa sono cresciute sia stata creata mettendo insieme due importantissime mete turistiche norvegesi. La fortezza di Akershus, il castello di Oslo, per i caratteristici tetti a punta verdi e la Stavkirke di Borgund, una tradizionalissima chiesa a pali portanti in legno, per la struttura generale. Gli interni poi meriterebbero un capitolo a parte, ma posso dirvi che grand parte delle stanze che si possono intravedere nel film sono state ideate pensando alla Stiftsgården, la residenza reale di Trondheim. Frozen luoghi d'ispirazione
  5. Aurora boreale. Non c’è un luogo preciso che abbia ispirato le meravigliose luci che colorano il cielo di Arendelle in varie scene. Certamente lo spettacolo delle aurore boreali viste in quel della Norvegia ha dovuto talmente impressionare Chris Buck, Jennifer Lee e la loro squadra tanto da proporne innumerevoli lungo tutto il cartone animato. Qui sotto vi propongo solo due scene, ma ce ne sono molte molte altre…Adendelle Frozen

Avreste mai pensato che anche per un cartone animato potesse esserci la ricerca del luogo perfetto in cui girarlo? E voi, fan della Disney, siete pronti al prossimo viaggio in Norvegia?
Aspetto i vostri commenti!

Tags: , , ,

Lorena Lombardi

Send a Comment

Your email address will not be published.