Sault
[ Tips ]

Provenza: dove fotografare la lavanda?

È arrivato. il periodo della fioritura della lavanda è alle porte e con esso la ricerca al prato perfetto in cui scattare meravigliose fotografie. Da metà giugno a metà agosto qui nel sud della Francia immense distese violette ornano i lati delle strade. Ma dove scattare le foto migliori? Eccomi quindi venire in vostro aiuto con i miei 3 luoghi che non dovete assolutamente mancare se volete fotografare la lavanda.


Andare in Provenza solo per la lavanda, chiaramoci, è riduttivo. La Camargue, il Colorado Provenzale, i paesini dalle finestrelle colorate e i mercatini profumati, le calanche di Cassis, la Costa Azzurra… Tutto ciò che offre la regione provenzale merita una visita. Non saprei dire cosa amo di più e appena posso scappo a scoprire sempre qualcosa di nuovo. Da qualche giorno però non faccio altro che leggere post di gente alla ricerca dei più bei campi di lavanda per scattare qualche foto. E non mi sorprende. Quanto sanno essere fotogeniche quelle mille tonalità di viola e quei campi così simmetrici? Strano però, penso. Dovrà pur esserci su internet un articolo esaustivo che ne parli. E bene, ce ne sono pochissimi. Forse esiste una sorta di gelosia fotografica che spinge i fotografi a non svelare i propri segreti. 🙂 Ma siccome non amo i segreti, e non sono neppure una fotografa, vi indicherò qui di seguito i miei tre luoghi preferiti in cui fotografare la lavanda.

1. Gordes

Il primo posto di cui vi parlo non può essere che Gordes, uno dei paesini inserito nella lista dei più belli di Francia. Con le sue strade acciottolate che serpeggiano tra gli alti palazzi medievali in pietra viva, questo piccolo gioiello arrocato sulla collina è davvero uno spettacolo. Ad ogni calade (vicoletto, in occitano) uno scorcio da scoprire, ad ogni salita, un panorama meraviglioso ad attendervi.

Gordes ProvenzaGordes

Ma il motivo principale per cui vi parlo di Gordes è perché proprio qui, a pochi chilometri dal centro città, sorge uno dei luoghi più fotografati di sempre. Si tratta dell’abbazia di Senanque, un meraviglioso esempio di prima architettura cistercense impreziosito da immense e profumate distese di lavanda. È qui che turisti da tutto il mondo, Giapponesi in prima linea, si ritrovano con le macchine fotografiche alla mano per immortalare questa perla di rara bellezza. Incastonata in una valle verdeggiante, l’abbazia di Senanque è infatti il soggetto perfetto per scattare foto da cartolina anche se si è particolarmente esperti.

abbaye-de-senanque Abbazia di nsenanqueGo Pro - Abbazia Senanque

E non è tutto.Perché ancora qualche Chilometro più in là, nella città di Coustellet, il museo della lavanda offre prospettive fotografiche inedite. Oltre ai soliti campi, infatti, avrete l’opportunità di immortalare caratteristici alambicchi in rame e sacchetti di lavandino confezionati in mille modi.

Musée Lavande

2. Valensole

Un’altra tappa obbligatoria per fotografare la lavanda è di certo Valensole, nelle Alpi dell’alta Provenza. Si tratta del vero paradiso dei fotografi, con immense distese di lavanda alternate a campi di grano, papaveri o girasoli. Il tutto impreziosito qua e là da qualche rudere o la chioma di un bell’albero. Sullo sfondo, le Alpi. Insomma, cosa volere di più?

Valevole campi di lavanda

Nei dintorni, poi, tanti piccoli paesini poco popolati, dediti in particolare all’agricoltura, si prestano alle foto più disparate incantando chiunque con la loro tipica atmosfera. Il profumo del timo e del rosmarino che si mischia a quello della lavanda, il ronzio delle api, il cielo di unblu più intenso che altro… Insomma, Valensole è davvero un piccolo Eden.

ValensoleCampi di lavanda Campi lavanda

Ma non spaventatevi se vedete circolare flotte di cinesi! Pare infatti che una famosa serie televisiva in Cina abbia proposto un episodio in cui la protagonista diceva sì al suo amato in un meraviglioso campo di lavanda proprio a Valensole. E pare che da quel momento il turismo in zona sia aumentato ancor di più…

3. Sault

Sault è un paesino provenzale, a due passi dal Mont Ventoux, che vive semplicemente seguendo il ritmo della lavanda. Tutto è condizionato da questo grande business che ogni anno porta migliaia di turisti ogni estate a riversarsi tra stradine del centro abitato. Ma Sault è davvero bellissima, non potrebbero essere altrimenti. Ogni cosa meriterebbe una bella fotografia, dai colori delle case alle esposizioni di prodotti di ogni genere a base di lavanda, dai banchetti di squisiti prodotti tipici al panorama sulla valle stracolma di campi dalle mille tonalità di viola.

SaultSault panorama

Ciò che però non dovrete assolutamente perdervi una volta arrivati a Sault è il cammino delle lavande (o Chemin des Lavandes). Si trova a circa 2km dal centro della città ed è un bel percorso attraverso campi di lavanda davvero allucinanti lungo ben 5 km. Si può percorrere a piedi o in bici ed è arricchito da pannelli che di tanto in tanto informano i turisti sulle modalità di raccolta, la coltura o la distillazione. Attenzione! La lavanda è un bene protetto e non si può assolutamente raccogliere. Se ne volete un mazzetto, potrete comprarlo per circa 2 euro al mercatino della città.

lavanda Lory Ale Bouquet di lavanda

Consigli pratici

Il miglior periodo per fotografare la lavanda è da fine giugno a fine luglio. Ovviamente le condizioni sono variabili e dipendono soprattutto dal meteo. Quel che è certo è che le foto più belle le potrete scattare all’alba o al tramonto quando i campi vengono inondati da una luce davvero spettacolare.

Il mezzo migliore per muoversi in quella zona è di certo l’auto. Vi consiglio dunque di affittarne una se non ne siete provvisti. I parcheggi disponibili sono tantissimi e a tariffe davvero vantaggiose. Per dormire, infine,  vi consiglio di affittare un appartamento in qualche gite. Noi abbiamo pernottato alla Gite La bergerie a Gordes e per 80€ abbiamo avuto un appartamento pazzesco con piscina e jacuzzi in giardino (colazione non compresa).

Per ogni informazione complementare, comunque, vi consiglio di contattare gli efficientissimi uffici del turismo di ciascun paese che propongono anche numerosi itinerari a tema lavanda.

Spero che i miei consigli possano esservi utili e che la vostra vacanza in Provenza sia davvero indimenticabile. Ad ogni modo, vi aspetto nei commenti.

Sault lavander

Tags: , ,

Lorena Lombardi

14 Comments

  1. Che meravigliose foto 🙂 Terrò a mente questo post per una prossima visita della Provenza. Tutti gli anni dico che voglio andare poi passa il periodo giusto e rimando 🙁

    1. Ti consiglio vivamente di andarci. Non puoi perdertelo!!! È vero che il periodo è una gran rogna ma prima o poi il tempo lo si trova.. E io aspetterò il tuo resoconto… 😉

  2. Ah….che bei ricordi che ho della Provenza… un posto magnifico!

    1. Sì, decisamente! Io ne vado pazza. Non solo per la lavanda ma per tutto quello che offre la regione… =) Spero che tu possa tornarci presto! 😉

  3. Bellissimo articolo!! Tra i campi di girasoli e quelli di lavanda, io non capisco più niente!! 😉 Ho sorriso, immaginando la flotta dei cinesi tra i campi di lavanda: pure là. Ma dall’altra parte anche i film muovono le persone: fanno conoscere posti e si è sempre curiosi di vederli dal vero 😉

    1. Grazie mille! Anche a me piacciono molto i campi di girasoli… per non parlare dei luoghi in cui hanno girato i film: ho praticamente tartassato mio marito affinché mi portasse nei luoghi del commissario Montalbano!!! =) Grazie per il tuo commento comunque! Spero di rileggerti presto..

  4. Sono stata in provenza l’anno scorso, ma a Maggio, niente lavanda per me! Rimane un sogno nel cassetto che sono sicura realizzerò prima o poi e di sicuro terrò a mente i tuoi preziosi consigli 😍💜

    1. Grazie per il tuo commento. Comunque credo che la Provenza sia bellissima in ogni stagione! Io ad esempio adoro il Colorado Provenzale, la Camargue e il sentiero delle Ocre a Roussillon, uno dei paesi più belli di Francia. È vero anche, però, che la lavanda in fiore va vista almeno una volta nella vita! Spero tu possa tornarci presto… Sono certa che in quel periodo scopriresti tanti nuovi spunti per le tue ricette… Come i biscotti alla lavanda, una vera delizia!!

  5. Proprio le informazioni che stavo cercando 🙂 ho intenzione di andare 4/5 giorni in Provenza il mese prossimo! 🙂

    1. Ma dai! Mi fa davvero piacere. Se ha bisogno di altre informazioni non esitare a contattarmi qui o sulla pagina FB. Alloggiando a Gordes io ho avuto modo di raggiungere facilmente tutte le zone più interessanti, come Roussillon che non ho citato nell’articolo ma che merita di sicuro una visita… Aspetto di leggere la tua esperienza in merito! Un bacio e grazie ancora 😉

  6. Lorena il tuo post mi ha fatto venire una voglia matta di visitare questi posticini!!! Chissà se riesco ad organizzare qualcosa entro fine luglio! Mi hai trasmesso entusiasmo e complimenti per le foto!!!

    1. Grazie mille, davvero! Spero proprio tu riesca a venire, la Provenza con i campi di lavanda in fiore è uno spettacolo imperdibile. Perciò vengono bene le foto! 😉 Grazie ancora comunque..

  7. Questo è un viaggio che mi manca! Continuo a rimandarlo ma arriverà il giorno, e questo articolo mi sarà utilissimo 🙂 Grazie

    1. Arriverà di certo il giorno… E l’attesa verrà sicuramente ripagata. Se avrai bisogno di informazioni, quando sarà, contattami pure. La Provenza è uno dei miei grandi amori… 😉

Send a Comment

Your email address will not be published.